Ebook: «Raccontini e stili»

Con i clienti, una delle storielle che racconto con maggiore
frequenza è la presente:

«Alcuni dei decori che eseguo hanno nomi collegati a paesi e culture lontane.
«Infatti il mio è un mestiere tradizionale, in quanto uso tecniche e concetti elaborati nel corso di secoli, dal Medioevo ai primi
dell’Ottocento. Questa tradizione si è formata insistendo sulla piccola città di Deruta, la quale divenne presto un centro d’eccellenza nella produzione di ceramiche decorate a mano, già famosa perlomeno in tutta Italia nei secoli del Rinascimento, forse anche da prima.

«Quindi non c’è nulla di cui meravigliarsi se anche secoli fa certi fenomeni e movimenti dell’economia funzionavano praticamente come oggi: c’erano i mercanti – quelli di Venezia, per esempio – che andavano in Oriente, e quando tornavano, riportavano tanti generi di beni di commercio tra cui le ceramiche o i tappeti intessuti con decorazioni, arazzi, stampe, sculture; capitava con una certa frequenza che poi i mercanti mandassero alcuni di questi prodotti in qualità di campioni presso gli artigiani italiani, chiedendogli di riprodurli.

«Gli artigiani accettano e lo fanno, il pezzo funziona sul mercato, passa del tempo, si allunga in secoli, e arriviamo a oggi dove per chi lavora sulla tradizione di Deruta, alcuni disegni che hanno origini e caratteristiche di tempi, luoghi, mondi e culture tanto lontane da non poterle mai conoscere, sono parte naturale del loro repertorio di lavoro».

 

continua a leggere qui

 

Annunci

Informazioni su rinascenza

-Ceramista -Molto altro
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...